140 anni dalla nascita di O. I. Griselli

Il 9 agosto del 1880 nasceva a Montescudaio lo scultore Orlando Italo Griselli.
Ritenuto da molti un artista minore è stato invece uno dei più significativi scultori del “Novecento italiano”. Chi l’ha studiato ne ha subito il fascino, non soltanto per la vita artistica ma anche personale. Dal libro “Griselli nelle avanguardie” ne esce un’immagine di artista completo. Sicuramente scultore di mestiere ma sensibile alle novità del suo tempo. Difficilmente contaminabile "a pelle" dalle novità artistiche, non per questo incapace a comprenderne gli aspetti motivazionali.
In vario modo Griselli ha attraversato, e in alcuni casi partecipato attivamente fino a diventare uno dei massimi scultori,  verismo, espressionismo, futurismo, cubo futurismo, costruttivismo, astrattismo e, il così detto, ritorno all’ordine.
Oggi si percepisce la voglia di molti ad approfondire il suo lavoro, a partire dal testo citato. Ultimo in ordine di tempo è il prezioso contributo di Elena Karpova del Museo Russo di San Pietroburgo che ha scritto un interessante articolo sulla rivista del museo,  relativamente all’opera di Griselli durante la sua permanenza in Russia (1911-1912, 1913-1921).
Spazio Minerva ricorda l’anniversario, compreso quello della morte avventa il 4 agosto 1958, attraverso la pubblicazione di una piccolissima serie di ritratti, perlopiù sconosciuti perché fanno parte della sfera sentimentale e familiare di chi li possiede, salvo alcune opere presenti in collezioni pubbliche, ed anche il monumento a Sof’ia Perovskaja di cui non è rimasta traccia.
I soggetti ritratti che nell’arco della settimana saranno pubblicati su Instagram  nel profilo di “spaziominerva” sono critici, artisti, letterati, professionisti, la moglie Elena e sua figlia Tatussia.

Via della Madonna 35/a  
56040  Montescudaio (Pisa)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.